Bellezza inclusiva

Tendenze / Autenticità
Muslim Girl
896589018
Andrea Kwamya
apr 4, 2019
Due anni fa Rihanna ha lanciato Fenty Beauty dando il via ad un movimento in costante crescita a favore della bellezza inclusiva ‑ una speranza per le persone di qualsiasi provenienza, corpo, tipologia, colore della pelle, età e identità personale. Nel 2019, le modalità di rappresentazione degli ‘ideali’ estetici di bellezza, desiderio, benessere e perfezione continuano ad essere capovolte. Dall’introduzione delle scarpette di danza marroni – create per la prima volta 200 anni dopo le classiche scarpette rosa per andare incontro alle ballerine di colore – fino alla recente presentazione di prodotti di bellezza e collezioni di abiti destinati alle persone gender‑neutral, questa tendenza inclusiva e multi‑dimensionale si riflette su palcoscenici, passerelle, schermi, riviste e prodotti marketing.

Il brand di prodotti di bellezza e per la cura della pelle amato dai Millennial, Glossier, ha recentemente annunciato la nuovissima linea di prodotti definita Glossier Play. La campagna pubblicitaria che ha accompagnato l’uscita di questa linea di prodotti presenta persone di genere non conforme posare con trucco glitterato. Nelle loro campagne pubblicitarie, i brand di bellezza stanno evidentemente spostando la loro attenzione sulla rappresentazione di persone gender‑fluid. Lo Youtuber James Charles ne è l'esempio, essendo diventato il primo testimonial maschile del brand Cover Girl, e lanciando poi sul mercato la sua palette di ombretti con Morphe Cosmetics.

Anche i prodotti di makeup ideati specificatamente per gli uomini sono in crescita – ombretti e riempitivi per sopracciglia e barba vengono ora venduti nei negozi di bellezza come Sephora e Ulta. L'accettazione di prodotti di bellezza non necessariamente legati a un genere è un indicatore della visione della società in merito al tema della bellezza. Il makeup è parte delle nostre vite quotidiane. Il modo in cui scegliamo di truccarci è sinonimo di come scegliamo di presentarci al mondo.
Movimento Skin Positivity: ecco perché è importante