The Disability Collection

Repicture / Partnership
sturti
1098423558
Rebecca Swift
mag 16, 2019
Quando apri una rivista, accendi la televisione o navighi sul tuo smartphone, cosa vedi? Le immagini presenti nelle pubblicità rappresentano la tua vita reale? La tua esperienza si riflette in ciò che consumi? Per le persone con disabilità, la differenza tra ciò che vedono sui media e la realtà è spesso ancora più grande. Anche se quasi una persone su cinque ha una disabilità, solo il due per cento delle immagini pubbliche rappresentano le loro vite.

Ecco perché, un anno fa, Getty Images ha lanciato una partnership con Verizon Media e il National Disability Leadership Alliance (NDLA), un'associazione che riunisce persone con diverse disabilità creata da oltre 17 organizzazioni nazionali gestite da disabili, con l’obiettivo di lavorare insieme per creare immagini in grado di rappresentare in modo più accurato la disabilità e di combattere gli stereotipi. The Disability Collection ha lo scopo di affrontare questo problema utilizzando le foto stock per documentare in modo inclusivo la vita delle persone con disabilità.

Durante questo periodo abbiamo lavorato insieme per identificare quali tipi di immagini tendono a rafforzare i miti riguardanti le persone con disabilità e abbiamo sviluppato delle linee guida, condivise con il network internazionale di fotografi di Getty Images, per riflettere in modo autentico la vita in queste persone nella fotografia. Le linee guida della Disability Collection sono state sviluppate attraverso un processo inclusivo in cui sono state poste domande come: In che modo vogliono essere rappresentate queste persone? Quali tipi di situazioni dovrebbero essere documentate? Come è possibile rappresentare il modo in cui la disabilità si incrocia con provenienze, etnie e identità di genere?
Anche se quasi una persone su cinque ha una disabilità, solo il due per cento delle immagini pubbliche rappresentano le loro vite.

L’obiettivo è quello di non avere immagini di facciata o rispondenti a formule stereotipate, ma di scegliere persone che vivono con varie disabilità e creare un ambiente in cui si sentano a loro agio e parte integrante dell’immagine, creando foto naturali in grado di riflettere la loro realtà.

Il risultato di questo lavoro è una collezione di oltre 1000 immagini che mira a incoraggiare il nostro settore a rappresentare la disabilità in modo realistico con foto stock le cui licenze possono essere acquistate e utilizzate da chiunque nel mondo. Abbiamo già registrato negli scorsi anni un aumento nelle ricerche legate al tema della disabilità su Getty Images, con un aumento di parole chiave come ‘disabilità’ (+98% dal 2017 al 2018), ‘persone con disabilità’ (+218%) e ‘accessibilità per disabili’ (+124%).
Se non possiamo cambiare ciò che le persone pubblicano o cliccano, possiamo fornire migliori alternative a coloro che cercano di creare progetti più autentici.
Da quando abbiamo lanciato la partnership, un anno fa, abbiamo notato che nuovi termini di ricerca sono apparsi per la prima volta. Questi termini includono “supportare la disabilità”, “disabilità intellettuale” e “disabilità fisica” e riflettono la diversità che ora viene percepita all’interno della rappresentazione della disabilità. L’evoluzione di questi termini di ricerca mostra quanto seriamente alcuni dei nostri clienti stiano lavorando per abbattere gli stereotipi e offrire a tutte le persone una rappresentazione più inclusiva.

In un periodo storico in cui l’immagine è il linguaggio più utilizzato a livello globale, non è mai stato così importante produrre e promuovere un linguaggio visivo che sia progressista e inclusivo e che supporti voci diverse. Se non possiamo cambiare ciò che le persone pubblicano o cliccano, possiamo però fornire migliori alternative a coloro che cercano di creare progetti più autentici. Siamo molto orgogliosi di questa partnership con NDLA e Verizon Media. Quando ascoltiamo e collaboriamo, creiamo qualcosa in grado di mostrare la bellezza della vita in tutta la sua complessità.
Leggi Anchi
Project #ShowUs
Project #ShowUs