L(ove)GBTQ+: l’amore nella comunità LGBTQ+

Focus / Focus sullo scatto
Sophie Mayanne
1157816353
Josie Gealer Ng
lug 3, 2019
Durante il Pride Month, abbiamo notato un miglioramento in positivo di come la comunità LGBTQ viene rappresentata nelle comunicazioni pubblicitarie. Durante il resto dell’anno, però, la rappresentazione delle persone LGBTQ nella pubblicità e nei media tende a perdere di autenticità.
 
La fotografa di Getty Images Sophie Mayanne ed io abbiamo ragionato su come poter concentrate la nostra attenzione sulle persone LGBTQ+ intorno a noi, per capire cosa ne pensino della rappresentazione della comunità LGBTQ nei media e di come l’amore e l’inclusività sonoritratti.
 
Sophie ed io collaboriamo per la realizzazione di servizi fotografici dallo scorso anno. Il suoi lavori, come ‘Behind the Scars’ e le campagne pubblicitarie per Mothercare e l’ente benefico Stonewall, così come il suo lavoro per la collezione di Getty Images ‘Show Us’, la rendono la persona giusta per questo tipo di narrazione. Il suo obiettivo è puntato su soggetti spesso poco rappresentati ed è determinata a dare voce a questi soggetti con le sue immagini.
LETTY E IVANA 
[Sophie Mayanne]:  Prima di tutto, vi chiedo di presentarvi:
[Letty]:  Ho 24 anni e vengo da Londra, gestisco un bar, una galleria e un karaoke a Londra.     [Ivana]:  Ho 25 anni e anch’io vengo da Londra. Lavoro in un bar come tecnico di luci e del suono.

[SM]:  Cosa ne pensate della rappresentazione della comunità LGBT nella pubblicità e nei media?                                  
[Letty]:  Penso che sarebbe bello vedere più immagini che non siano puramente simboliche o che cerchino di incasellarci in una definizione precostituita. Durante questo periodo dell’anno, ci sono sempre molte aziende che si uniscono alla moda del Pride.
[Ivana]:  Non siamo sufficientemente rappresentati, ma sicuramente è già molto meglio rispetto a quando stavo crescendo. Ci stiamo lentamente allontanando dall’essere ritratti tramite stereotipi.

[SM]:  Cosa pensi che ti rappresenti?                                                                                      
[Ivana]:  Io mi rappresento.                                                                                                               [Letty]:  Stavo faticando per trovare una risposta, ma direi che Ivana ha colpito nel segno!

[SM]:  Cosa significa l’amore per voi?                                                                                                                                                            
[Letty]:  Per me l’amore ha a che fare enormemente con la persona che arricchisce e migliora la tua vita, giorno per giorno. Prendersi cura l’uno dell’altro e sapere che c’è qualcuno che ti sostiene incondizionatamente.
[Ivana]:  L’amore è non avere mai paura, perché ci sarà sempre il supporto di quella persona speciale, non importa a quali sfide la vita ti mette di fronte.

RIO E ZACH
[SM]:  Prima di tutto, vi chiedo di presentarvi:                                                                        
[Rio]:  Chiamami Rio o Ram! Compirò 22 anni fra un paio di giorni, vengo da Gloucester, ho attualmente preso una pausa dal lavoro per concentrarmi sulla mia salute mentale e sono un artista.
[Zach]:  Ciao, sono Zach, ho 22 anni e vivo a Cheltenham, sono recentemente tornato da viaggi di volontariato in giro per il mondo e adesso sto lavorando in una location per matrimoni.

[SM]:  Cosa ne pensate della rappresentazione della comunità LGBT nella pubblicità e nei media?                                                
[Rio]: Non credo che siano sufficientemente rappresentati e penso che la questione sia: siamo rappresentati come si deve? Siamo rappresentati nel modo corretto, senza retorica, senza simbolismi o caricature? La situazione sta lentamente migliorando, ma non abbastanza velocemente. Devo attivamente cercare dei media che ci rappresentano in maniera appropriata.                                            
[Zach]:  Credo che siccome cerco di circondarmi di molti creativi facenti parte della comunità LGBT, mi viene naturale vedere molti contenuti a tema LGBT. Ma allontanandosi da questa rete sociale, non vedo molto altro. So che recentemente ci sono stati più buoni esempi, ma come ha detto Rio, non ci si muove abbastanza velocemente.

[SM]:  Cosa vorreste vedere di più?                                                                                    
[Rio]:  Vorrei vedere più persone LGBTQ vivere semplicemente le loro vite in tv o nei film senza che la loro identità sia un elemento importante o significativo per la trama. Mi piacerebbe anche vedere esplorate più tematiche relative ai trans.                                             [Zach]:  Educazione sulle famiglie LGBT, stile di vita e sesso in modo che i bambini crescano con una mentalità il più aperta possibile riguardo a queste cose e non sentano di non essere ‘normali’.

[SM]:  Cosa significa l’amore per voi?                                                                                              
[Zach]:   Penso esistano diversi tipi di amore, per esempio quello che abbiamo io e Rio, o quello per il mio cane o i miei amici sono amori differenti e ciascuno ha un diverso significato per me. Direi che una delle cose più importanti per me è amare una persona per quello che è piuttosto che per quello che vorresti che sia, non importa di quale tipo di relazione si tratti.         [Rio]:  Sono d’accordo con Zach e penso anche che l’amore può essere espresso e ricevuto in molti modi, ognuno è differente. Non sono mai stato bravo con l’affetto ma ho imparato a mostrarlo in modo da mettere tutti a proprio agio

IZZY E LIEPA
[SM]:  Prima di tutto, vi chiedo di presentarvi:                                                                                
[Izzy]: Ho 20 anni, vengo da Amsterdam e studio Eastern European Studies.                
[Liepa]:  Ho 18 anni e vengo dalla Lituania. Vivo a Utrecht, studio Media e Culture all’università di Utrecht.

[SM]:  Cosa ne pensate della rappresentazione della comunità LGBT nella pubblicità e nei media?                                      
[Izzy]:  Penso che le persone LGBT siano rappresentate, ma non sono sicura che questa rappresentazione sia sufficiente. C’è voluto molto tempo perché le persone LGBT venissero presentate nei media, ma a volte penso che il ritratto sia ancora antiquato. Nei film e in TV le coppie gay si lasciano, gli uomini gay rimangono quasi sempre single e vanno a letto con chiunque, e le lesbiche incontrano sempre ‘il ragazzo giusto’. Per me, questo è un ritratto davvero restrittivo delle vite che conduciamo. Penso che le vite del personaggi LGBT vengano esagerate e celebrate per adattarsi alla concezione eterosessuale e al riflesso della nostra sessualità.                                                      
[Liepa]: Penso che la comunità LGBT non sia sufficientemente rappresentata. Vedo a mala pena qualcosa che rappresenti la comunità nella pubblicità o nei media, forse qualcosina su Instagram. Ma mai nelle strade. La maggior parte degli eventi LGBT sono organizzati dalle organizzazioni LGBT, per le persone LGBT.

[SM]:  Quali cambiamenti sperate di vedere in futuro?                                                                
[Izzy]:  Personaggi gay di successo e in grado di offrire ispirazione a cui venga dato spazio sui media      
[Liepa]: Spero che in futuro avremo una rappresentazione delle persone LGBT attiva e paritaria, sia nei media che nella società. Che metà degli eventi in corso in città coinvolgano persone LGBT nelle campagne pubblicitarie, così come nei media e nella pubblicità in generale.

[SM]:  Cosa significa l’amore per voi?                                                                                              
[Izzy]:  Penso che l’amore sia capire e accettare qualcuno. Si tratta di capire da dove viene, quali sono i suoi punti di vista e chi è veramente. Penso che se capisci veramente chi è una persona, sia 1000 volte più bello quando ti innamori di ogni singola sua parte. E supporto, il supporto è un elemento fondamentale. Supportare qualcuno nella vita e imparare e apprezzare cose che non avresti mai affrontato. In questo modo, penso che l’amore sia uno splendido riconoscimento di qualcuno e un’immensa riconoscenza per quello che hai imparato.
[Liepa]:  L’amore per me è non annoiarsi con una persona perché tendo a stancarmi molto molto facilmente. Ovviamente, oltre a questo ci sono la fiducia, il sostegno e il divertimento. Lei cerca di farmi diventare una persona migliore, fare di più e lavorare più duramente per quello che voglio ottenere. L’amore mi dà motivazione, perché non solo voglio essere la miglior compagna possibile, ma voglio anche essere la versione migliore di me stessa.

BAILEY E PAUL
[SM]:  Prima di tutto, vi chiedo di presentarvi:                                                                                
[Bailey]:  Ciao sono Bailey, ho 19 anni, sono di Londra e studio Fashion Journalism alla Central Saint Martins.                                                                                                                                   [Paul]: Ciao sono Paul, 19 anni, di Londra e studio Fashion Journalism al London College of Fashion.

[SM]:  Cosa ne pensate della rappresentazione della comunità LGBT nella pubblicità e nei media?                                                                                                                                   [Bailey]: È ancora un barlume, e quando viene rappresentata è per lo più simbolica e fatta secondo un piano di marketing.

[SM]:  Cosa vorreste vedere di più?                                                                                    
[Paul]:  La rappresentazione dei trans nei media e più persone che supportano Munroe Bergdorf.      
[Bailey]: Più persone queer in posizioni di potere.



FRANK E LAIKE
[SM]:  Prima di tutto, vi chiedo di presentarvi:                                                                                
[Frank]:  Il mio nome è Frank, ho 21 anni. Studio Sociologia dei diritti umani e sono volontario della Croce Rossa, dove programmo di portare avanti la mia carriera negli aiuti legati alle zone di crisi. Ho anche un piccolo business, vendo collane a tema LGBTQ+ su Etsy.                           [Laike]:  Il mio nome è Laike, ho 19 anni e sono originario di Aylesbury, ma mi sono recentemente trasferito a Colchester per stare con il mio ragazzo Frank. Sono un responsabile dell’intrattenimento in un centro giochi per bambini, inoltre, sono anche un attore professionista. Inoltre, faccio il volontario in Croce Rossa con Frank.
[SM]:  Cosa ne pensate della rappresentazione della comunità LGBT nella pubblicità e nei media?  
[Laike]:  Penso che questa comunità non potrà mai essere abbastanza rappresentata nei media, per la semplice ragione che nemmeno la comunità eterosessuale potrà mai essere abbastanza rappresentata. Per essere completamente uguali, dobbiamo dimenticare l’idea che avere una pubblicità sulle persone LGBTQ+ sia un peso o una svolta.  

[SM]:  Cosa pensi che ti rappresenti?
[Laike]: Amore, felicità, uguaglianza, animali e Frank. Le uniche cose di cui ho bisogno.       [Frank]: Intersezionalità. L’accettazione e il supporto di tutti i gruppi minoritari. Come Marsha P Johnson diceva: non c’è orgoglio per alcuni di noi, senza la liberazione di tutti noi.

“Smells Like Team Spirit”: adolescenti e sport